Presso l’Orto Botanico sono conservati i preziosi erbari ed alcuni strumenti di lavoro di Giorgio Jan e Giovanni Passerini; inoltre troviamo un antico erbario di piante medicinali del medico botanico G.B. Casapini (1722), l’erbario della contessa Albertina Sanvitale con indicazioni autografe della stessa (1828 – 1830), l’erbario di Luigi Gardoni (1836 – 1878), rappresentato da 269 pacchi che racchiudono una svariatissima miscellanea di specie indigene ed esotiche.